PlayStation®3

PlayStation®Home

PlayStation®Home

Rispondi
12 giu 2012
Da: Hunter__88 Member 260 Post
Level 4
Offline

Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

16 Risposte 365 Visualizzazioni Creato 12-06-2012

Visto il successo del torneo di poker del buon Doosan, ho pensato di scrivere una piccola guida sul Texas Hold'em... Niente di che, giusto le cose basilari.

Siate buoni, è la mia prima guida.:smileytongue:

 

Il Texas Hold'em è la specialità più diffusa del Poker che a differenza del Poker tadizionale italiano, si gioca con due carte in mano (Hole Cards) che i giocatori dovranno combinare con le altre cinque carte distribuite dal Dealer (Community Cards), al fine di ottenere il punto più alto.
Esistono due varianti nel Texas Hold'em, Limit e No Limit.
Nel No Limit, i giocatori possono investire tutte le chips del proprio stack. Bisogna comunque rispettare la puntata minima determinata dal Big Blind (Grande Buio o Controbuio).
Nel Limit, invece, le puntate dei giocatori sono vincolate da un limite massimo stabilito prima di iniziare la partita. E' concesso andare "All -In" solo se il proprio stack non è in grado di coprire il rilancio dell'avversario. In questo caso si dice "essere Committed".

 

Svolgimento di una mano


Innanzitutto i due giocatori alla sinistra del dealer devono depositare le due puntate obbligatorie, lo Small Blind, il cui ammontare viene stabilito preventivamente e il Big Blind che ammonta al doppio dello Small.
Dopo la prima mano, le posizioni di Dealer, Small Blind e Big Blind vengono assegnate a rotazione.

In seguito al deposito dei bui, inizia la prima fase della mano, la fase Pre-Flop.
Il mazziere distribuisce in senso orario le due Hole Cards ad ogni giocatore e ha inizio il primo giro di puntate.
Il primo a parlare è il giocatore alla sinistra del Big Blind, che in gergo viene chiamato Under The Gun.
Se nessun giocatore rilancia la puntata minima, il mazziere annuncia la seconda fase della mano, il Flop.

 

Nella fase del Flop, il mazziere scopre sul tavolo le prime tre carte del mazzo. Nuovo giro di puntate.

 

Turn, il mazziere scopre la quarta carta nel board. Altro giro di puntate.

 

River, il mazziere pone sul tavolo la quinta e ultima carta della Community.

 

Dopo l'ultimo giro di puntate il mazziere annuncia la fase finale della mano, lo Show Down, in cui i giocatori rimasti devono scoprire le loro Hole Cards e mostrare il punto.

 

Durante il giro di puntate, i giocatori hanno a disposizione cinque "mosse".
Call: chiamare semplicemente la puntata dell'avversario.

Quando all'inizio del giro di puntate il giocatore Under The Gun (primo a parlare) si limita a "callare" il Big Blind, si dice Limp. Azione mal vista dalla maggior parte dei giocatori.
Raise: incrementare la puntata minima.
Re-Raise: un giocatore "Re-Raisa" quando rilancia a sua volta il Raise dell'avversario.

Questa azione viene chiamata anche Tri-Bet.
Check: bussare, il primo giocatore che ha il diritto di "Checkare" è il Big Blind, solo se tutti gli altri giocatori si sono limitati a chiamare senza rilanciare.
Fold: semplicemente passare la mano.

E' bene ricordare che in caso di fold, il giocatore non può assolutamente riprendersi le chips investite durante la mano.

Quelle chips rimangono nel piatto e verranno assegnate al vincitore della mano. In gergo si chiamano Dead Money.

 

Punteggi

 

Pair (Coppia): due carte di valore uguale, il punto più basso.
Two Pair (Doppia Coppia): due coppie (capitan ovvio).
Three Of A Kind (Tris): tre carte dello stesso valore.
Straight (Scala): cinque carte in sequenza con seme diverso, ad esempio Acuori-2fiori-3quadri-4cuori-5picche.
Flush (Colore): cinque carte con lo stesso seme.
Full House (Full): si ottiene il full con un tris e una coppia, es. A-A-A-5-5
Four Of A Kind o Quads (Poker): quattro carte dello stesso valore, A-A-A-A
Staight Flush (Scala Colore): una scala le cui carte hanno lo stesso seme, es. 2-3-4-5-6 di quadri.
Royal Flush (Scala Reale): una scala dal 10 all' Asso dallo stesso seme, 10-J-Q-K-A. Il punto più alto.

 

Nel caso in cui due giocatori abbiano lo stesso punto, si prende in considerazione il Kicker.

Mettiamo caso che le mie Hole Cards siano A-6 e che le Community Card 6-4-9-10-Q.

Decido di andare allo Show Down (utopia dato che in questo spot c'è di tutto... Ma questo è un'altro discorso.:smileytongue: ) e il mio avversario gira K-6, in questo caso entrambi abbiamo una coppia di 6, ma il mio Asso è un Kicker più alto del K del mio opponent, di conseguenza la mia coppia di 6 acquista più valore e vinco la mano. 

 

Tipologie di tavoli 

 

Sit and Go: in un tavolo Sit and Go, la partita inizia solo quando si raggiunge il numero massimo di giocatori. Solitamente Il valore dei Blinds aumenta velocemente.

Cash Game: si gioca con soldi reali o con chips che hanno valore di soldi reali. Il valore dei Blinds non aumenta.

Multy Tables Tournament:  torneo in cui si possono iscrivere un numero illimitato di giocatori. Si gioca ovviamente su più tavoli, fino a quando non rimangono solo i giocatori che andranno a comporre il tavolo finale. (Solitamente nove)

Heads Up: tavolo da due giocatori.

 

Comportamento al tavolo

 

Anche se noi giochiamo online, dobbiamo ricordarci che dietro allo schermo ci sono persone in carne e ossa, è bene tenere a mente qualche regola.

1- Rispetto per l'avversario, sembra una banalità, ma in un gioco come il poker è facile passare da "Nice Hand, sei stato bravo!" a "Alla prossima mano ti rompo il ..."

Cercate di mantenere la calma, ma se a causa di una Bad Beat state per esplodere, alzatevi e fate un giretto, ne gioverà anche il vostro modo di giocare.

Stuzzicare gli avversari è bene, potreste capire il loro stato d'animo e prendervi un leggero vantaggio, ma non deve assolutamente sfociare nel turpiloquio estremo.

2- Lo Slow Roll, ossia, aspettare molto prima di chiamare nonostante il punto molto alto, non è vietato ma non abusatene... I vostri avversari potrebbero farvela pagare molto cara.

3- Se le carte non girano non prendetevela con il mazziere, lui non conosce la sequenza delle carte nel mazzo, fa solo il suo lavoro.

Vabbè, non è il nostro caso dato che giochiamo su Home, ma mi sembrava comunque giusto scriverlo. :smileyvery-happy:

4- Se foldate, non dite quali carte avevate, potreste annullare un ipotetico Bluff di un'altro giocatore.

 

Infine un consiglio, se con voi al tavolo c'è un vostro amico, non fatevi problemi a rilanciargli in faccia o a mandarlo All-In, state tranquilli che lui farà lo stesso. Trattatelo come un avversario qualunque.

Stessa cosa se al tavolo ci sono delle ragazze, loro hanno un vantaggio in più a questo gioco e non si faranno problemi a farvelo notare... :xRolleyes:

 

Bene, credo di aver scritto tutto, al prossimo torneo scuse come "Non so giocare, non conosco le regole!" non reggeranno più.:smileytongue:

 

Se avete domande... 

Utilizzare testo non formattato
Messaggio 1 di 17 (365 Visualizzazioni)
Level 6
 

Rif.: Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

Azz.........ignoravo tutto ciò..........
Utilizzare testo non formattato
Messaggio 2 di 17 (362 Visualizzazioni)
Level 8
 

Rif.: Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

Bravo Hunter,un bel lavoro e sopratutto chiaro e nella complessità del gioco, la spiegazione delle regole basilari e sopratutto nei comportamenti da tenere nel tavolo e la sportività che dovrebbe contraddistinguere questo gioco che è tale ma che si potrebbe ben definire uno sport, anche se tanti lo confondono con del gioco d' azzardo.

Qual'è la differenza che contraddistingue un gioco d' azzardo da uno sportivo? Ecco la mia lettura del tutto personale e pertanto opinabile e discutibile:

Il POKER sportivo si disputa con schema a torneo a tavoli eliminatori e non rientrabili o aggiunte di fondi.

Con il bui(posta d'ingresso definita ed uguale per tutti) e le fiches di partenza, lo stesso, uguale per tutti i partecipanti senza distinzioni di sorta,nel caso di abbandono durante la partita(disconnessione o abbandono) le fiches del rinunciatario vengono equamente divise tra i restanti (nel casinò di home)

Vince il tavolo l'ultimo giocatore che resta in gioco,ed i premi (il totale dei bui detratta la parte spettante all'organizzazione)suddivisa in proporzione ai partecipanti al torneo ed alla posizione finale della classifica.

Ed è questo che fa si che questo gioco sia chiamato sportivo se mantiene queste caratteristiche e che nel mentre riassume la perdita da parte del giocatore non classificato, della sola somma investita nel "bui"(quota dovuta per la partecipazione)dall'altra permette ai giocatori classificati la vincita,in proporzione alla posizione in classifica,della somma totale di iscrizione detratta dalle quote relative all'organizzazione.

Come si può ben vedere chi perde non perde una fortuna ma chi vince la fortuna può anche farla,e da qui il grande successo che sta avendo questo tipo di " sport on line"in tutti i paesi che lo praticano.

Un consiglio spassionato, non buttiamoci a capofitto pensando di essere dei campioni , ma affrontiamolo umilmente e sopratutto civilmente,al fine che resti pur sempre un modo divertente di passare delle ore in amicizia.

Utilizzare testo non formattato
Messaggio 3 di 17 (340 Visualizzazioni)
Level 4
 

Rif.: Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

@luluda

E che mi sono limitato solo alle cose basilari... Ci sarebbero tante altre cose da dire, le odds, giusto per fare un esempio.

Senza contare che esistono tante specialità di poker, Omaha, Pineapple, Crazy Pineapple, 2 to 7 Triple Draw, Super Hold'em, Double Flop Hold'em, Hi/Lo, H.O.R.S.E., 5 Card Stud... (Tra tutti questi, so giocare solo ad Omaha.:Lol:

Le tipologie dei tornei, Freezeout e Shotout.

 

@Lofe

Grazie. :BigGrin:

 


lofe ha scritto:

 

Come si può ben vedere chi perde non perde una fortuna ma chi vince la fortuna può anche farla,e da qui il grande successo che sta avendo questo tipo di " sport on line"in tutti i paesi che lo praticano..



Non solo nell' online, anche nel live il successo del gioco è dato dalla possibilità di vincere molto, investendo relativamente poco.

Prendiamo per esempio l'evento $1,500 No Limit Hold'em delle WSOP di quest'anno, 1,500 Dollari di Buy-In, 2302 partecipanti e un montepremi di $3,107,700.

Il vincitore, oltre al braccialetto, si è portato a casa $559,514... Ora non ricordo a che posizione è scoppiata la bolla, ma dal sito The Endon Mob si può vedere che anche il giocatore in posizione 243, ha vinto $2,796. 

Utilizzare testo non formattato
Messaggio 4 di 17 (311 Visualizzazioni)
0 Kudos
Level 10
 

Rif.: Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

[ Modificato ]

per me sport = attività fisica o al massimo mentale

Giocare a carte può essere un gioco da tavolo, o qualcosa del genere, ma di sicuro non lo chiamerei mai "sport"

alla fine è un gioco dove il fato decide quasi tutto, nonostante la bravura possa sbilanciare il punteggio verso di se.


Bella guida comunque ^.^

Utilizzare testo non formattato
Messaggio 5 di 17 (309 Visualizzazioni)
Level 9
 

Rif.: Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

Ottima guida Hunter,

 

     Chi meglio di te poteva pensare ad un thread di questo tipo e livello.......Caspita che accuratezza!!! Complimenti, prenderò spesso spunto da molte tue info. Grazie ancora!!

 

Doosan



Utilizzare testo non formattato
Messaggio 6 di 17 (301 Visualizzazioni)
0 Kudos
Level 4
 

Rif.: Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

[ Modificato ]

llfezll ha scritto:

per me sport = attività fisica o al massimo mentale

Giocare a carte può essere un gioco da tavolo, o qualcosa del genere, ma di sicuro non lo chiamerei mai "sport"

alla fine è un gioco dove il fato decide quasi tutto, nonostante la bravura possa sbilanciare il punteggio verso di se.


Bella guida comunque ^.^


 

Grazie.:smileytongue:

 

Effettivamente può sembrare una bestemmia considerare il poker un sport, tant'è che, per via delle regole, in quella categoria ci rientra solo il poker giocato in modalità Tournament .

Poi, parere personale, ci vuole un buono stato psico-fisico per poter stare sei ore di fila al tavolo con il cervello che fuma e i muscoli delle gambe indolenziti.:Lol:

Anche lo scacchi è considerato uno sport.

 

Per quanto riguarda il discorso fortuna, ti posso dar ragione in parte.

Se non riesci a legare il punto, devi assolutamente studiare il modo per rivoltare la situazione a tuo vantaggio, devi riprendere "il coltello dalla parte del manico", anche usando tecniche "subdole".

Se so di essere in svantaggio, cerco di distrarre il mio avversario provocandolo verbalmente, se vedo che mi da corda alzo il tiro e rilancio la sua puntata provando a confonderlo.

Se mi va bene, lui percepirà una mia assoluta sicurezza (benchè fasulla) e passerà la mano, in caso contrario passerò io cercando di limitare i danni. La prossima mano cambierò strategia.

Ecco, nel caso in cui le carte non arrivino devi fare il possibile per contenere la perdita.

Il discorso non è se la fortuna influisce o meno nel gioco, ma come fare a rigirare la situazione a tuo favore.  

  

Perdonami se non sono riuscito ad esprimermi come si deve, ma sta notte ho dormito poco.:smileytongue:

 

Edit per non fare il doppio post:

Grazie Doo.:smileytongue:

Utilizzare testo non formattato
Messaggio 7 di 17 (293 Visualizzazioni)
Level 10
 

Rif.: Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

tutto ciò può essere fatto solo dal vivo però. in Home no
Utilizzare testo non formattato
Messaggio 8 di 17 (285 Visualizzazioni)
0 Kudos
Level 4
 

Rif.: Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

[ Modificato ]

llfezll ha scritto:
tutto ciò può essere fatto solo dal vivo però. in Home no

Anche in Home, se hai il microfono attivo...

E poi c'è la chat testuale, ancora meglio se sei quel tipo di giocatore.

Gli altri penseranno a leggere la chat, piuttosto che guardare le carte.

 

Nell'area sport, ho visto giocatori che cercavano di distrarre gli altri spammando in chat locale.

Altri che con avatar femminili, scrivevano frasi provocatorie e qualcuno ci cascava pure... 

 

Dal vivo invece, puoi anche provare a giocare con le chips, i cosidetti "Chip Tricks" servono proprio a distogliere l'attenzione dalle carte, oltre a fungere da antistress.

Io non ho nemmeno imparato a fare il Chip Twirl, al momento.:Shame:

 

EDIT:

 

Ecco un "piccolo" esempio di Trash Talk sfociato in insulti personali.

Mike Matusow (soprannominato "The Mouth" proprio per via della sua lingua lunga) contro Greg Raymer alle WSOP 2004

http://www.youtube.com/watch?v=3Hg9qzquUvo

 

Questo invece è Tony G, un'altro mago del Trash Talking...

http://www.youtube.com/watch?v=rtE5Hx740Pc&feature=related

 

Don't touch my blinds! Lo adoro!:Lol:

 

 

Utilizzare testo non formattato
Messaggio 9 di 17 (278 Visualizzazioni)
0 Kudos
Level 8
 

Rif.: Piccola Guida al Texas Hold'em Poker

Cara Fez ti inviterei ad una partita per dimostrarti cosa rappresenta quel gioco di "carte".Ma siccome so che dalla tua visione delle cose lo reputi un banale gioco di"osteria" ritengo opportuno soprassedere ed invitarti solo a fare una considerazione sul termine :"sportivo",ed analizzare questo termine riferito ai vari giochi da tavolo verde ,( bridge,pinacola,burraco,poker nelle sue varianti ,fin ai giochi minori) i quali  hanno svolgimenti simili a tornei dove l' attività fisica è prevalente su quella mentale(tennis,tennis da  tavolo,boxe,biliardo,ecc)nel percorso di sviluppo.

Tutti questi sono definiti"sport della mente"e per qualcuno di loro c'è anche un futuro olimpico:

(da wikipedia)

Esistono anche gli sport "della mente" come gli scacchi e il bridge . Ricordiamo che in particolare il bridge è una disciplina associata del CONI e sta per ottenere il riconoscimento di disciplina autonoma per partecipare alle Olimpiadi .

Il mio non vuol essere polemica ma solo dei punti di vista diversi su degli argomenti che possono coinvolgere o meno i protagonisti e che al loro interno mantengono vivi i presupposti di una ludica e sana partecipazione alla vita sociale(attraverso questi giochi) di un individuo a patto che sia  sempre però improntata ad una sobria e controllata interpretazione degli stessi.

Utilizzare testo non formattato
Messaggio 10 di 17 (269 Visualizzazioni)
0 Kudos